18 listopada 2011

Pieskie życie we Włoszech



Nie chcemy “pieskiego życia” – to nowy slogan protestu ruchu “indignados” przeciwko cięciom budżetowym: 
“Non vogliamo fare una vita da cani” Tra i tanti giovani e meno giovani che popolano le piazze del mondo per protestare contro la crisi mondiale e i vari "governi ladri" spuntano dei piccoli "indignados" a quattro zampe. Cani, cagnolini, cagnoloni affiancano i loro padroni a Wall Street, Londra, in Polonia, ovunque nel mondo consapevoli che meno salari vuol dire anche meno crocchette.” (La Repubblica, 26/10/2011).

Tym razem włoscy politycy chyba w pełni zrozumieją  ten problem, bo jak się okazuje, oni sami prowadzą ostatnio „pieskie” życie. Jak to możliwe? Wyjaśnią nam to włoskie media, które skrzętnie rejestrują sytuację w tutejszym parlamencie:

Kto się gryzie jak pies z kotem? („essere come cane e gatto” – żyć jak pies z kotem)
Mario Monti ha fatto il primo miracolo: il governo. E' riuscito a mettere d'accordo il Pdl e il Pd che fino a questo momento della legislatura si erano beccati come i classici cani e gatti (Paperblog – 16/11/2011)

Kto jest starym bezzeębnym ujadaczem? (“abbaiare di un cane vecchio e senza dentatura” –szczekanie starego i bezzębnego psa)
“/…/proprio grazie all’effetto immagine che la nomina lampo di Monti potrà fornire, è possibile che per qualche giorno i mercati siano indulgenti ed interpretino la mossa del PDL come quella dell’abbaiare di un cane ormai vecchio e senza più dentatura.”( Paperblog , 14/11/2011) 

Kto odchodzi jak zbity pies? (“andarsene come un cane bastonato” – odejść jak zbity pies)
“Non ha considerato che, alla lunga, l’effetto ‘cane bastonato’ cessa di ispirare solidarietà e induce a chiedersi se convenga confidare in un leader tanto vulnerabile.” (pianetanews.com  8/11/2011)

Kto jest jak bezpański pies? („essere un cane sciolto” – nie należeć do żadnej organizacji czy partii politycznej)
Ma nel Pdl spiriti liberi e cani sciolti si stanno ribellando. Poveri illusi...non hanno ancora capito che Berlusconi ha gia' pronto nel cassetto il ''Forza Gnocca''' (Agenzia di Stampa Asca  3/11/2011)

Kto pracuje jako pies obronny?  (“cane da guardia”pies obronny)
“da quando il “caimano” ha capito di essere ormai in fase calante ha nominato ufficialmente come suo degno successore il “mastino” Alfano, suo fedelissimo cane da guardia che – come parlamentare e ministro della Giustizia – lo ha sempre difeso ad oltranza e contro ogni ragionevole evidenza dagli attacchi che da ogni parte gli venivano levati, con argomentazioni pretestuose e capziose, incurante di qualsiasi voce contraria si levasse contro di lui e il suo padrone.” (Varese News, 13/11/2011)

Kto sam sobie ogon podgryza? (“cane che si morde la coda”bezsensowny ruch, który do niczego nie prowadzi)
“Sarebbe un paradosso, non è così, tuttavia il problema resta, è il cane che si morde la coda. Pdl e Lega Nord preferiscono il ritorno alle urne, votandosi a sicura sconfitta, a meno che siano Letta o Alfano a succedere a Berlusconi. (SiciliaInformazioni.com  9/11/2011)

Kto patrzy na kogo wilkiem? („guardare in cagnesco” – patrzeć na kogoć wilkiem, nieprzyjaźnie)
Gianfranco Fini (Futuro e Libertà), Pierferdinando Casini (UDC) e Francesco Rutelli (API), si guardano in cagnesco. Ognuno vorrebbe fare il Presidente del Consiglio. Ma i numeri mancano e la competenza anche. Figurarsi Antonio Di Pietro (IDV), che si sente il terzo partito” (MNews.IT  8/11/2011)

Brak komentarzy:

Publikowanie komentarza